venerea

lunedì, gennaio 01, 2007

Caro 2007,

ieri ho fatto di tutto per schiodare dalle sedie i culi venerei, credimi, ma non è servito a niente. Vedi, sono dei morti di sonno, e nessuno può giudicare questo, intendo nessuno può giudicare questo bene. È il secolo che corre, la coda che ci avanza, la decadenza che si impone come unica manifestazione da seguire. Noi non siamo africani, non siamo brasiliani. Non siamo gente semplice, non amiamo ballare nel mezzo della strada.
Oh 2007! E tu che fiducioso hai messo da parte con amore i nostri ingressi a riduzione... Che spreco! 2007 2007, fa che Venerea possa risvegliarsi un mattino d'aprile con la rugiada sulla bocca dello sterno e spolverare il suo cadavere sereno, fa che la sua bocca distilli bava scintillante e che questa bava possa risplendere sopra i nuovi cali del lunario.
Fa che morte latente porti a nuova vita sotterrata.
Grazie 2007
Amen

2 Comments:

Blogger kaliuga said...

di certo anche la befana non e' stata propizia al dinamismo dei culi venereii che si son visti sprofondare in improbabili letti sfondati da pesanti emigranti...

1:50 PM  
Blogger venerea said...

vabbe', fortuna che ci sono io a tenere alta la media, se no si sarebbe fatta una figura abbastanza sciapita... ; )

smn3

12:30 PM  

Posta un commento

<< Home